La Dieta Dukan: benefici, consigli e controindicazioni

La dieta Dukan, nata in Francia, negli ultimi anni ha visto crescere il suo livello di popolarità diffondendosi in gran parte dell’Europa. Questa dieta si basa sul consumo di grandi quantità di proteine e, a quanto pare, è molto efficace. La struttura si basa su un metodo composto da 4 fasi che ne stabiliscono l’identità e ciò rende i suoi seguaci entusiasti a tal punto che non sono propensi a lasciare la dieta facilmente.

Con la dieta Dukan puoi perdere il peso di cui hai bisogno, ma anche incorrere in gravi disagi, se non presti attenzione alle controindicazioni specialmente se soffri di qualche malattia o se stai ricevendo qualche trattamento medico. Dopo questa importante quanto doverosa premessa, nei passi successivi troverai tutto ciò che devi sapere prima di iniziare la dieta Dukan.

dieta-dukan-funziona

Come funziona la dieta Dukan

La dieta Dukan è composta da 4 fasi che iniziano con il seguente ordine:

1 Fase di Attacco. In questo caso, l’assunzione di cibi dove riguardare le sole proteine, cioè bisogna mangiare carne, pesce, pollame, latticini e frutti di mare. La durata della fase di attacco va da 3 a 10 giorni, anche se questo dipenderà dagli obiettivi che hai in mente di raggiungere. Il cibo che la dieta Dukan permette di consumare nella prima fase sono: carne di bue, di cavallo e di manzo, pollame senza pelle, frutti di mare, prosciutto, pesce, caffè, tè e acqua naturale. Il resto del cibo non può essere consumato fino al termine di questa fase iniziale.

2 Fase di Crociera. In questo caso devi seguire lo stesso schema della fase 1, ma aggiungere le verdure. Sono vietati invece gli alimenti contenenti amido come ad esempio lenticchie, patate, piselli, mais ecc. In questa fase è possibile inoltre aggiungere le verdure alle proteine ​​un pò alla volta. Sia la fase 1 che la 2 si possono tuttavia alternare fino a perdere almeno 1 chilogrammo a settimana.

3 Fase di Consolidamento. In questa fase puoi riprendere una dieta normale ed equilibrata. Nello specifico dovresti iniziare a introdurre tutti gli alimenti lentamente e gradualmente evitando comunque di consumarli in grandi quantità, poiché ciò può comportare l’indesiderabile effetto di rimbalzo. Questa terza fase della dieta Dukan ha una durata di 10 giorni.

4 Fase di Stabilizzazione. In questa fase dovresti mangiare normalmente come faresti in una comune dieta equilibrata giornaliera, rispettando i due principi stabiliti dalla Dukan ovvero: devi consumare almeno 3 grandi cucchiai di crusca d’avena al giorno, e dedicarne uno alla settimana alle sole proteine.

I risultati ala fine di queste 4 fasi sono davvero notevoli grazie soprattutto alla prima (fase di attacco) poiché la perdita di peso può essere notata da subito, progressivamente ed efficacemente, anche se è necessario prevenire l’effetto di rimbalzo che è molto comune in questo tipo di regime alimentare rigoroso.

La dieta Dukan consente infine due pasti a settimana di ciò che più desideri, in modo da poter contrastare qualsiasi tipo di frustrazione o ansia che tale regime alimentare ferreo potrebbe comportare.

I benefici della dieta Dukan

Quando devi iniziare una nuova dieta e soprattutto se è la prima in assoluto, a giusta ragione cominci a cercare le informazioni online o a chiedere alle persone che hanno già fatto qualcosa di simile come rispettarla, il peso che hanno perso e il tempo necessario per ottimizzare il risultato.

Inoltre è naturale che tu voglia conoscere tutti i dettagli di questo nuovo regime di alimentazione che dovrebbe portarti al peso ideale che ti sei prefissato.

La dieta Dukan oggi è considerata una delle migliori in assoluto, poiché offre molti vantaggi rispetto alle classiche diete per dimagrire ipocaloriche che tutti conosciamo.

Premesso ciò, vediamo quali sono gli effettivi benefici di una dieta del genere.

Sia nella prima fase (attacco) che nella seconda (crociera), le quantità che puoi consumare sono illimitate.

Questa è sicuramente una buona notizia, specie se sei il tipo di persona che odia pesare gli alimenti consentiti.

In queste due fasi della dieta Dukan è infatti il periodo in cui si perde tutto il peso che si desidera, è per questo che vale la pena concentrarsi su di esse, tenendo conto che si tratta anche di alimenti ammessi e che potrai mangiare in queste fasi per tutta la vita.

Quando si dice di non aver fame, tale affermazione è legata a due motivi: il primo perché come sopra citato puoi mangiare le quantità che vuoi in qualsiasi momento, mentre il secondo invece è subordinato al fatto che entrerai in una specie di chetosi lieve consumando proteine ​​e verdure, il che ti farà sentire soddisfatto e sazio.

Indubbiamente quanto appena descritto ti sembrerà strano, ma tuttavia devi sapere che dopotutto è piacevole poiché sentirai di non aver più bisogno di mangiare molto, cosa che non accade nelle altre diete.

Sebbene ciò possa sembrare anomalo, è chiaro che alcuni formaggi freschi e yogurt scremati sono ammessi nella dieta.

Essere in grado di mangiare qualcosa di fresco tra i pasti è qualcosa che può andare molto bene e che darà un tocco speciale alla tua dieta. Certo, dovrai essere prudente e comprare soltanto prodotti scremati e con il contributo minimo di carboidrati possibile, altrimenti potresti compromettere il buon esito della dieta stessa e rendere impossibile l’effettiva perdita di peso che la Dukan è in grado di regalare.

Efficace e senza patire la fame: la dieta Dukan è veloce

La Dukan è una dieta molto veloce, simile ma non uguale ad altre come la Dieta Plank e la Dieta Lemme; infatti, il consumo di proteine ​​e verdure è associato quasi esclusivamente a una costante e rapida perdita di peso, ma ci sono tuttavia molti fattori che te lo fanno perdere più o meno velocemente.

Se ad esempio sei una donna, ti costerà più fatica.

Premesso ciò, devi sapere che ci sono alcune persone che hanno perso un chilo alla settimana, mentre altre fino a 2 o anche 3 a settimana.

Un’altra cosa importante sulla dieta Dukan a cui forse non hai pensato è che non ti fa perdere la massa muscolare al contrario di ciò che accade con quelle ipocaloriche.

Consumando una quantità sufficiente di proteine, il corpo non avrà infatti bisogno di consumare l’energia dei muscoli come fonte di cibo, quindi quando perdi peso li vedrai ancora ben marcati e soprattutto noterai che i tuoi muscoli non sono diminuiti di volume.

A margine se hai deciso di seguire la dieta Dukan, il consiglio ulteriore è di andare in palestra e fare almeno 3 giorni di pesi. Queste sessioni di allenamento insieme al consumo di proteine che stai ottimizzando, renderanno la tua perdita di peso ancora più veloce (in altre parole perdita di soli grassi) e, quindi creerai le basi per avere un corpo perfetto con muscoli ben definiti e senza quell’antiestetico grasso in eccesso.

proteine-dukan

Controindicazioni della dieta Dukan

Anche se la dieta Dukan è oggi molto popolare in Europa, molti utenti l’hanno criticata definendola troppo restrittiva e con un eccessivo livellamento verso il basso in termini di calorie.

Questa constatazione per certi versi ha trovato riscontro anche in alcuni nutrizionisti i quali ritengono che possa rivelarsi una minaccia per il metabolismo delle persone.

Per questo motivo, se hai una malattia metabolica è meglio che non attui questa tipologia di dieta.

Tra le controindicazioni più importanti che derivano dalla dieta Dukan potresti scoprire che:

  • Provoca un livello significativo di malnutrizione proteica
  • Determina un deficit di minerali e anche di vitamine
  • Favorisce l’aspetto dell’effetto di rimbalzo
  • Provoca disturbi alimentari
  • Il corpo reagisce distruggendo le proteine per compensare la mancanza di energia
  • Crea la perdita di massa muscolare
  • Forma sostanze ad alto rischio per l’organismo (corpi chetonici)
  • Riduce la concentrazione ed i livelli di attenzione
  • Influenza negativamente l’umore e può di conseguenza causare depressione
  • Comporta la perdita di acqua nel corpo (disidratazione)
  • Tende a far aumentare l’ossidazione e l’acido urico

Verifica preventivamente il tuo stato di salute generale

La perdita di peso ottenuta praticando la dieta Dukan è in realtà dovuta alla diminuzione di massa muscolare e alla ritenzione di acqua in grande quantità, che è molto più pesante del grasso da eliminare.

Da ciò si evince che la rapida diminuzione di peso che questa dieta genera, è dovuta alla quantità di acqua corporea eliminata invece del grasso.

Va inoltre notato che l’obesità non può essere trattata attraverso questa dieta, dal momento che il grasso non brucia e che la perdita di massa muscolare è pericolosa a lungo termine poiché farà ingrassare di nuovo una volta terminate le quattro fasi.

I menù settimanali adatti per qualsiasi fase della dieta Dukan

Al giorno d’oggi molte sono le opinioni positive e negative espresse sulla dieta Dukan, ma se tuttavia sei sicuro di volerla praticare, qui di seguito troverai degli utili consigli e tutti i dettagli sulla pianificazione settimanale della dieta Dukan per perdere il tuo peso corporeo in eccesso.

La dieta Dukan è caratterizzata da un piano ad alto contenuto proteico e consiste di tre fasi: la prima è chiamata fase di attacco e in essa vengono catturate le riserve di grasso e il metabolismo viene allertato.

La seconda fase conosciuta come di crociera è finalizzata alla perdita di peso; mentre la terza definita di consolidamento tenta di riprendere e introdurre tutti gli alimenti possibili nella dieta. Seguendo lo schema di seguito indicato ed adatto per ognuna delle suddette fasi, potrai ottimizzare il risultato ed essere ripagato per i sacrifici fatti.

Il menù settimanale per la fase di attacco

In questa prima fase della dieta puoi mangiare solo cibi ricchi di proteine ​​e dovresti evitare qualsiasi tipo di zucchero, grasso o calorie. Questa fase, che dura tra 2 e 3 giorni, ti aiuterà a perdere peso.

In tal caso puoi mangiare pollo, tacchino, carne di vitello e manzo, uova, pesce, frutti di mare, salmone affumicato, latte e yogurt.

Uno dei menù per la dieta Dukan durante la fase di attacco può essere composto da una colazione con 2 uova, 1 tazza di yogurt e un biscotto, prosciutto o tacchino, due fette di salmone affumicato con yogurt o ricotta mentre per cena 2 uova con pollo alla griglia e yogurt.

Detto ciò, non pensare che questa appena descritta sia l’unica alternativa poiché puoi strutturare la tua pianificazione settimanale della dieta Dukan nel modo seguente:

  • Colazione: caffè e due uova, 200 g di formaggio magro con una fetta di prosciutto
  • Pranzo: uova con maionese light, yogurt con due hamburger, salmone o petto di pollo
  • Spuntino: yogurt o 100 g di formaggio magro
  • Cena: salmone marinato oppure uova con prosciutto o surimi e crema alla vaniglia

dukan avena

Il menù settimanale per la fase di crociera

In questa fase vengono aggiunti nuovi alimenti ammessi nella dieta Dukan ovvero le proteine ​​naturali delle verdure.

Tuttavia, dovresti fare attenzione a non consumarne troppe, per esempio carote e barbabietole non più di una volta al giorno.

A colazione puoi invece mangiare 2 uova, yogurt e 2 biscotti, un’insalata per pranzo e petto di pollo con fagiolini e uno yogurt magro.

Per cena, due fette di filetto di salmone con spinaci e yogurt.

Il menù settimanale per le fasi di consolidamento e stabilizzazione

Nella fase di consolidamento puoi tornare a consumare zucchero e carboidrati cioè pane, formaggio, frutta e cibi ricchi di amidi, e riservare magari il giovedì come giorno per assumere proteine ​​pure.

La fase di stabilizzazione dovresti eseguirla per 10 giorni, tenendo presente che sempre e solo il giovedì potrai consumare proteine. Inoltre non dovrai dimenticare di prendere tre cucchiai di crusca d’avena ogni giorno.

Dieta Dukan: il cibo consentito

La dieta Dukan è una delle più alla moda tra tutti coloro che cercano di perdere peso in modo sano e duraturo. Essa si basa sull’idea di raggiungere i cibi cosiddetti giusti che siano in grado di formare un numero pari a 100, ovvero 72 di origine animale e 28 vegetale ovvero a base di verdure ricche di proteine.

I primi 72 alimenti che si possono consumare nella fase di attacco della dieta Dukan sono ad esempio le carni magre tipo la cotoletta di vitello grasso, la bistecca o hamburger di manzo, la carne in scatola, la bistecca di cavallo, arrosto di manzo, selvaggina, filetto di manzo, coniglio, e prosciutto non grasso.

Per quanto riguarda invece il pollame, si può optare per tacchino, pollo e selvaggina come ad esempio la quaglia.

In merito ai frutti di mare si può scegliere tra aragosta, calamari, gamberi, granchi, vongole, scampi, seppie, polpi, ostriche, cozze, capesante e ricci di mare. Anche per il pesce ci sono svariate opzioni; infatti, per una dieta Dukan vanno bene tonno, merluzzo, orate, anguille, sgombri, acciughe, nasello, rana pescatrice, halibut, branzino, triglie, cernia, rombo, surimi, scorfani, trote e sardine.

Tra gli alimenti vegetali che si possono inserire in un regime di dieta Dukan e a partire dalla fase di crociera troviamo melanzane, sedano, lattuga, cavolo, zucca, cavoli di Bruxelles, finocchi, porri, indivia, cuori di palma, barbabietole, ravanelli, broccoli, bietole, zucchine, carciofi, cipolla, cavolfiore, asparagi, fagiolini, spinaci, cetrioli, funghi, carota, pomodoro e soia.

Questi alimenti della fase di crociera si possono tra l’altro combinare con l’olio d’oliva o con bacche di Goji queste ultime dei vegetali ricchi di proteine ​​e vitamine. A margine è importante sottolineare che per rispettare al 100% le linee guida della dieta Dukan, è necessario eliminare completamente alcuni cibi come ad esempio quelli grassi sia di origine animale che vegetale e quindi carne, burro e derivati del latte tanto per citarne alcuni.

Anche lo zucchero è tuttavia la sostanza di cui è necessario farne a meno sostituendolo magari con dell’aspartame o con altri dolcificanti a basso contenuto calorico.

dukan fettine

I frullati antidepressivi nella dieta Dukan

Un frullato nutriente e snellente sarà il tuo miglior alleato per perdere quei chili in più che ti separano dal corpo dei tuoi sogni e per ottimizzare il regime alimentare imposto dalla dieta Dukan.

Optare per degli ingredienti facili da trovare e per ricette semplici da elaborare, significa tra l’altro anche purificare il tuo corpo dalle tossine (non però come seguendo una Dieta Detox!). Queste ultime infatti impediscono una digestione efficace e sono la causa della conservazione del grasso dal tuo apparato digerente.

Niente è più efficace nel perdere peso velocemente rispetto a questo frullato che brucia grassi.

Infatti, cannella e limone sono noti ad esempio per facilitare la digestione e liberare le tossine delle cellule che si ostruiscono.

I semi di lino invece, sono ricchi di fibre e accelerano il transito intestinale grazie a questo frullato snellente.

Dopo questa presentazione dei frullati di frutta, ortaggi e verdure considerati dai dietologi ideali da abbinare ad una dieta come la Dukan che si rivelano anche degli ottimi antidepressivi e che potrai preparare in casa velocemente, va altresì aggiunto che si tratta di integratori ideali per abbinarli alla prima colazione o berli nel lasso di tempo che intercorre tra il pranzo e la cena.

In tutti i casi la raccomandazione è di non aggiungere nessun tipo di dolcificante e di evitare frutta come uva, ciliegie, banane e quella secca poiché sono troppo zuccherine.

A margine possiamo concludere dicendo che se il tuo obiettivo è perdere i chili in eccesso con la dieta Dukan, per velocizzare ulteriormente il processo puoi optare (dalla seconda fase in poi) per i suddetti alimenti vegetali contenenti pochissime calorie e che ti daranno una sensazione di sazietà.

Inoltre, le vitamine concentrate in questi frullati snellenti regaleranno al tuo corpo maggiore vitalità corporea e nel contempo anche benessere mentale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply