PortaleFVG

ULTIMISSIMA - RESTA AGGIORNATO

↑ Grab this Headline Animator

                              IL GIORNALE DEL FRIULI

IL GIORNALE DEL FRIULI / SFUEI DAL FRIÛL LIBAR L'informazione aggiornata in tempo reale e gratuita con più di 159mila pagine on line e più di 546mila lettori abituali. Il più diffuso e interattivo quotidiano on line del Nord Est con testa e mani libere. PER LA VOSTRA PUBBLICITA', PER RICHIEDERCI SERVIZI SPECIALI E OGNI ALTRA ESIGENZA TELEFONARE AI NUMERI 334 5084845 e 348 0057659 tutti i giorni dalle 7 alle 21. Potete inviarci i vostri sms. Li pubblicheremo se ritenuti di interesse per i lettori. Indirizzo unico di posta elettronica direttore@ilgiornaledelfriuli.net. PEC postmaster@pec.ilgiornaledelfriuli.net

Lunedì 16 e martedì 17 THE BEST OF sostituito da THE END, ultimo lavoro di BABILONIA TEATRI al Verdi di PORDENONE

PER MOTIVI TECNICI LO SPETTACOLO THE END SOSTITUISCE IL PREVISTO THE BEST OF, SEMPRE DELLA COMPAGNIA BABILONIA TEATRI.
OGGI (LUNEDI’ 16 APRILE) E DOMANI (MARTEDI 17 APRILE) ALLE 20.45 NELLO SPAZIO DUE DEL TEATRO VERDI DI PORDENONE

THE END, CHE AFFRONTA IL PROBLEMA DEL DISAGIO DELLA SOCIETA’ NEI CONFRONTI DELLA MORTE, HA VINTO IL PREMIO UBU 2011 COME MIGLIOR NOVITA’ ITALIANA E RICERCA DRAMMATURGICA

THE END

THE END

Per motivi tecnici sarà sostituito con un altro titolo lo spettacolo “The best of”, della Compagnia Babilonia Teatri, in programma oggi (lunedì) e domani (martedì 17 aprile), alle 20.45, nello Spazio Due del Teatro Verdi di Pordenone, spettacolo che chiude la rassegna Interazioni e il cartellone della prosa.  La compagnia di Valeria Raimondi e Enrico Castellani porterà in scena il suo ultimo lavoro,  “The end”, premio Ubu 2011 come “migliore novità italiana e ricerca drammaturgica” e nomination come miglior spettacolo dell’anno. Un lavoro straordinario che affronta il problema della morte, in particolare del disagio della società dei costumi verso l’idea stessa della morte, “di cui non si parla. Non la si affronta, né la si nomina. È un tabù. La morte viene occultata, nascosta. La consideriamo come qualcosa che non fa parte della vita. Il modo in cui viene affrontata e trattata la morte – spiegano gli autori – oggi è profondamente bruciante e carico di contraddizioni. È una combustione lenta e sotterranea, forse per questo più dolorosa e non cicatrizzabile.

Biglietti: biglietteria del Teatro di viale Martelli aperta dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19 e  al sabato dalle 16 alle 19, o attraverso il sito www.comunalegiuseppeverdi.it
Info: www.comunalegiuseppeverdi.it e 0434 247624

Chiavi di ricerca: , ,

ULTIMISSIMA - RESTA AGGIORNATO

↑ Grab this Headline Animator

Lascia un commento

Nota: i commenti sono sottoposti a moderazione, la pubblicazione potrebbe essere ritardata di qualche ora

Giornale del friuli