PortaleFVG

ULTIMISSIMA - RESTA AGGIORNATO

↑ Grab this Headline Animator

                              IL GIORNALE DEL FRIULI

IL GIORNALE DEL FRIULI / SFUEI DAL FRIÛL LIBAR L'informazione aggiornata in tempo reale e gratuita con più di 159mila pagine on line e più di 546mila lettori abituali. Il più diffuso e interattivo quotidiano on line del Nord Est con testa e mani libere. PER LA VOSTRA PUBBLICITA', PER RICHIEDERCI SERVIZI SPECIALI E OGNI ALTRA ESIGENZA TELEFONARE AL NUMERO UNICO 0432 1842211. Mobile 348 0057659 (solo in caso di linee occupate o mancata risposta). Indirizzo unico di posta elettronica direttore@ilgiornaledelfriuli.net. PEC postmaster@pec.ilgiornaledelfriuli.net

LA’ DI MORET. IL FOGOLAR. Udine, Viale Tricesimo 276. Le nostre recensioni d’autore di ristoranti.

AVVERTENZA: Il nostro giornale, per rendere il miglior servizio possibile ai nostri lettori, effettua una proposta di pianificazione semestrale delle recensioni ai ristoranti. Ciò significa che, per poter presentare ai nostri lettori recensioni aggiornate, abbiamo bisogno di visitare ogni 6 mesi le strutture di ristorazione. Questa recensione non è aggiornata essendo stata effettuata la visita al ristorante in data 6 OTTOBRE 2011. La nostra proposta di aggiornamento semestrale non è stata accettata dal ristoratore.

Il rito dei benvenuti dalla cucina (ossia le cose che ti arrivano sul tavolo… ‘fuori via’) è particolarmente apprezzato. Burro e alici per iniziare, ma non basta. Prima è presentato un assaggino di risotto di mare, poi un indovinato abbinamento tra patata (da mangiare rigorosamente con buccia) e formaggio stravecchio. La carta è invitante, ma – al di fuori di essa – Renato ci propone un polpo con patate al quale accordiamo la nostra preferenza. Niente male davvero. Si prosegue con il primo e qui dobbiamo dire di essere rimasti davvero appagati da Gnocchi di zucca (di particolari dimensioni, decisamente grandi) presentati ‘seduti’ su un ragù di cervo in salmì. Abbinamento straordinariamente indovinato, con una lode particolare per il ragù di cervo, mentre purtroppo la zucca, quest’anno – più che altro per ragioni climatiche – non sembra essere in grado di sprigionare quella intensità di sapore alla quale eravamo piacevolmente abituati. Per dovere dovremmo assaggiare un secondo, ma per una volta facciamo uno strappo alla regola. Quando è troppo e troppo e allora ecco subito la scelta del dolce. Come non provare il ‘quadruplo’ strudel di mele, frittella, gelato di noci e spuma di vaniglia? Impossibile dire di no, magari abbinando il tutto a un paio di vinelli fatti apposta per accompagnare il dolce. Noi abbiamo scelto il Ramandolo Il longhino Coos e il Ben Rye Passito di Pantelleria Donnafugata. Per finire in gloria. Ci dimenticavamo ancora una cosa: i vini della casa. Per non farci mancare davvero nulla abbiamo provato sia un bianco che un rosso. Vengono dal Collio, sinonimo di garanzia assoluta.

Parliamo di prezzi. Se vogliamo esagerare con antipasto, primo, secondo e dolce andiamo mediamente sui 51-52 euro (bevande e coperto esclusi). Rinunciando o all’antipasto o al dolce spenderemo 37-45 euro. Una scelta essenziale di primo e secondo fa fermare la calcolatrice a quota 30-31 euro.

Ma ecco il menu in dettaglio.

ANTIPASTI: Piccolo hamburger di vitello, gelato alla senape e foie gras affumicato (10 euro), Toc in braide (9), Frico morbido della Carnia (9), Antipasto misto mare (20), Bollito misto di crostacei (22), Millefoglie di branzino, crema di caprino, chips di mandorle (12)

PRIMI PIATTI: Risotto ai profumi di bosco (14), Gnocchi di zucca con ragù di cervo in salmì (12), Tortelli di patate al foie gras e cioccolato bianco su purea di mela (12), Risotto con il meglio del nostro mare (min. 2 persone) (16), Spaghettoni alla carbonara di scampi (18), Ravioli semi liquidi di patate in brodo di trota (12), Orzo e fagioli alla friulana (10).

SECONDI PIATTI: Piatto del Buon Ricordo (Lombetto di coniglio al bacon, carotine e scalogno ripieno) (20), Filetto di sorana su piastrina patate e verdure grill (25), Lombo di cervo con salsa leggera alle bacche di bosco (22), Il galletto in due cotture con caponatina (15), Il frittolo (16), Ricci di calamari con insalatina di patate (14).

LE CARNI: Tagliata di manzo, rucola e patatine al forno (18), Paillard di vitello (14), Petto di pollo (10). Le carni, di sola provenienza locale, sono selezionate dal maestro norcino Mario Lizzi.

I PESCI: Pesci ai ferri e al vapore consigliati dal personale di sala in base al pescato del giorno.

I DOLCI DELLA CASA: Creme brulè (7), Lo strudel di mele, la frittella, il gelato di noci e la spuma di vaniglia (8), L’autunno (8), Zuppa d’agrumi alla menta (7).

I VINI AL CALICE: Picolit il Roncal (10), Verduzzo Valderada Benincasa (5), Ramandolo Il longhino Coos (5), Verduzzo Riccovino Ronco dei Pini (5), Verduzzo Ronchi di Manzano (4), Verduzzo Roncal (5), Ben Rye Passito di Pantelleria Donnafugata (6), Sauternes Chateau de S. Melene (6), Kabir Donnafugata (4).

Alcune informazioni utili

I giorni di chiusura sono la DOMENICA (sera) e il LUNEDI’ (pranzo)

Parcheggio ampio, ma è difficile parcheggiare ‘sotto’ il ristorante e occorre fare qualche passo

Non ci sono barriere architettoniche

Accettate le carte di credito

Ammessi gli animali di piccola taglia

La cucina è aperta per il pranzo dalle 12 alle 14 e per la cena dalle 19.30 alle 22

Ci sono proposte alternative per i celiachi

C’è la carta vini

LA’ DI MORET / IL FOGOLAR

Viale Tricesimo 276 – 33100 Udine

Tel. 0432 545096. Fax 0432 545096

e-mail ladimoret.ud@bestwestern.it

web www.ladimoret.it

La mappa

 

Chiavi di ricerca: , , , , , , , , , , ,

ULTIMISSIMA - RESTA AGGIORNATO

↑ Grab this Headline Animator

Lascia un commento

Nota: i commenti sono sottoposti a moderazione, la pubblicazione potrebbe essere ritardata di qualche ora

Giornale del friuli